Aggiungi ai preferiti
Segnala ad un amico
Stampa

marketing@finlumia.it ___ cell. funzionario 388 3793087

ufficio 0381 386393

FinLumia E.S.C.O. ......Ef finanza Energetica
finlumia_finanziamento_impianti_fotovoltaici_esco_seu_gratis_

la propria spesa energetica.

acquisto cerchiamo ricerca terreni x impianti fotovoltaici agricli industrili

Finanziamento di tutti i gli impianti a Energia Rinnovabile

marketing@finlumia.it ___ cell. funzionario 351 557 5353
finanziamento_rimozione_smaltimento_amianto_gratis_contributi_incentivi_finlumia.jpgfinlumia-rimozione-amianto-gratis-inquinamento.jpgfinlumia_smaltimento-amianto-eternit-gratis-tetto.jpgfotovoltaico_normedia-capannoni.jpg
ufficio 0381 386393

La rimozione dell' AMIANTO & il rifacimento tetto "quasi GRATIS" -grazie agli incentivi GSE

RIMOZIONE DELL' AMIANTO & CONTESTUALE RIFACIMENTO  DEL TETTO ,

finanziamento_di_tutte_le_energie_rinnovabili_cogeneratore_cippato_biogas_biometano_-_finlumia_e.s.c.o-mail

CONTRO DIRITTO VENTENNALE DI SUPERFICE ; INSTALLAZIONE DI UN IMPIANTO FOTOVOLTAICO CON CESSIONE IN RETE ,

oppure formula ESCO 10 anni

E POSSIBILITA' DI CONSUMO ELETTRICO  AL 40% DI SCONTO

finanziamento-rimozione-amianto-contibuto-100-finlumia-esco-2020_2

finanziamento rimozione bonifica amianto eternit rifacimento tetto

Attenzione gli incentivi scadono 

a inizio 2022 , salvo rinnovo .

finanziamento-smaltimento-rimozione-amianto-eternit-rifacimento-tetto-fotovoltaico-gratis-scadenza-incentivi

E' disponibile invece sempre la “FORMULA ESCO”

Sempre senza oneri con bolletta luce ridotta 

l

Il nostro fondo fotovoltaico offre

rimozione-amianto_rifacimento-tetto-fotovoltaico-esco_presso-azienda-agricola

               ll rifacimento integrale del tetto,           

     con rimozione dell'amianto         senza alcun onere per il cliente     

 in cambio del diritto di superficie

e l'installazione sul tetto di un impianto fotovoltaico

+

&

 energia elettrica con il 40% di sconto 

manutenzione e assicurazione tetto e impianto

      a nostro carico ,   

con l'utilizzo dei migliori e più performanti componenti 

Contratto di fornitura energia elettrica x 10 anni a prezzo ridotto , poi riscatto gratuito dell'impiato e annessi 

finanziamento rimozione bonifica amianto eternit rifacimento tetto

chiedi un contatto od offerta 

HAI FRETTA ? DOCUMENTI DA ALLEGARE - RICEVERAI UNA OFFERTA SCRITTA

finanziamento-smaltimento-rimozione-amianto-eternit-rifacimento-tetto-fotovoltaico-gratis-scadenza-documenti-a

Oggetto: 

 DOC PER TETTI IN AMIANTO 

per i tetti in eternit  servirà 

1* FOTO SOTTO E SOPRA TETTO e prospettiva

2* PLANIMETRIE eventuali 

 

3 ° eventuale bolletta luce





 

  • PARTE CON AMIANTO
  • ED EVENTULI PARTI LIBERE

PER OTTENERE LE OPERE GRATIS

è NECESSARIO CHE IL TETTO ,

SIA COMPLESSIVAMENTE ALMENO DI 2500 MQ

per i tetti più piccoli ci sono altre soluzioni con ECOBONUS  o formula ESCO 10 anni

SCARICA LA SCHEDA E COMPILALA -

POI MANDA TUTTO a :    finlumiaesco@gmail.com

scheda_ATTIVITÀ_DI_ORIGINAZIONE_PER_IMPIANTI_CON_DIRITTO_DI_SUPERFICIE_1

finanziamento-rimozione-amianto-diritto-superficle-finlumia-esco_2

 Con la ns proposta  a  zero della rimozione dell'amianto sui tetti , 

  • il ns cliente potrà risolvere la sua incombenza ,
  • compreso il rifacimento a norma, con il ns contributo.

Ovvero il ns. fondo ,

  •  in cambio  dell' affitto  del  diritto  di  superfice del tetto 
  •  
  •  ti pagherà la rimozione amianto   e   tutto il  rifacimento del tetto, 
  • e alla fine del contratto,
  • durante il quale si occupera di mantenzione e danni accidentali,
  •        entrerai   in   possesso   anche   dell'  impianto    installato .      finanziamento-rimozione-amianto_rifacimento-tetto-finanziamento-fotovoltaico-esco-finlumia-donna-cosa-fare
finlumia_amianto_rimozione_rifacimento_tetto_vantaggi-finanziamento

         Ecco   i   vantaggi   :          

  • il ns finanziamento per la rimozione amianto ,
  •               è    a   fondo   perduto  ,                     
  • ovvero una compensazione col diritto di superfice del tetto per alcuni anni,
  • il ns finanziamento per la rimozione dell'amianto
  •      ti riqualificherà il tetto. senza esborsi     
  • il ns contributo per la rimozione dell'amianto
  • ti eviterà di ricorrere a un finanziamento per rimozione dell'amianto ,
  • che a prescindere dalle possibilita di ottenimento ,
  • ti impegnerà per almeno 20 anni con un debito infruttifero e 
  • peggiorerà per un certo non breve periodo il tuo merito di credito,
  • condizionando negativanente la possibilità di pttenere altri prestiti o leasing

 finanziamento rimozione bonifica amianto eternit rifacimento tetto

Eternit obbligo rimozione:

finanziamento-rimozione-bonifica-amianto-contributi-fondo-perduto-finlumia

        Cosa deve fare l’impresa che svolge i lavori?   

  • L’impresa che si occupa di rimuovere l’amianto
  • (oppure di eseguire un intervento di incapsulamento o di parziale sostituzione)

  ha l’obbligo di predisporre un piano di lavoro che dovrà essere inviato  

L’inizio dei lavori prima di questo periodo è consentito soltanto in casi di urgenza,

quando dall’analisi emerge un rischio elevato per la salute pubblica.

finanziamento rimozione bonifica amianto eternit rifacimento tetto

ETERNIT OBBLIGO RIMOZIONE:

   NORMATIVA e SANZIONI 

finlumia_finanziamento_rimozione_smaltimento_amianto_gratis_contributi_incentivi_2021

Con la legge numero 257 nel 1992 in Italia

                è   stato   vietato   l’  uso               

            e   la   commercializzazione             

di manufatti contenenti amianto

 a causa dell’elevato grado di pericolosità dovuto alla dispersione di fibre e polveri nocive

Soltanto dal 2013 però sono previste sanzioni                                                

per coloro che non rispettano la norma e non comunicano alla Asl la presenza di amianto.

   Facciamo chiarezza sulla rimozione e smaltimento amianto,  

Perché rimuovere l’amianto dai tetti?

OBBLIGO di RIMOZIONE

finlumia-rimozione-amianto-gratis-incentivi

   L’obbligo di rimozione scatta   

     quando lo stato di degrado   

         è molto elevato:        

in questo caso il proprietario dell’immobile

    abilitato per fare un’ispezione e,   

  ha l’obbligo di contattare un tecnico  

finanziamento-rimozione-amianto-diritto-superficle-finlumia-esco-sanzioni-2020

     è molto più pericoloso    

  L’amianto in forma friabile 

per le persone perché può essere ridotto in polvere con una semplice azione manuale:

in questo modo la diffusione delle polveri nocive è molto più semplice.

Il proprietario dell’edificio oppure l’amministratore, nel caso di un condominio,

  • è tenuto a comunicare alla Asl di riferimento (L.r. 31.07.2012 n. 14)
  • la presenza di amianto friabile secondo quanto previsto dalla norma di riferimento.

   La mancata comunicazione della presenza di amianto in matrice friabile   

determina una sanzione che va

  • solo nel caso in cui sia stato avviato un censimento degli edifici da parte della Regione di residenza.
  • finanziamento rimozione bonifica amianto eternit rifacimento tettofinanziamento rimozione bonifica amianto eternit rifacimento tetto

Controllare le scadenze regionali del censimento

rimozione-amianto_rifacimento-tetto-fotovoltaico-esco-finlumia-2020

 Se dal censimento degli edifici avviato  

 dalla Regione 

emerge che nello stabile  

           è presente amianto,            

  Le sanzioni amianto in caso di mancato  

 trattamento incapsulante o di omissione  

     di  smaltimento , vanno  da           

  • un minimo di €500 adfinanziamento rimozione bonifica amianto eternit rifacimento tettofinanziamento rimozione bonifica amianto eternit rifacimento tetto
  • un massimo di €3.500.finanziamento rimozione bonifica amianto eternit rifacimento tetto

OBBLIGHI PER I PROPRIETARI

  Mentre il primo punto della normativa 

  sull’obbligo rimozione amianto privati

rimozione-amianto_rifacimento-tetto-fotovoltaico-esco-finlumia-contributo-2020

  La legge di fatto  

tale passaggio è fondamentale per predisporre le misure di controllo più adeguate e per gestire in modo impeccabile il rischio.finanziamento rimozione bonifica amianto eternit rifacimento tettofinanziamento rimozione bonifica amianto eternit rifacimento tetto

Una volta che

   ha   accertato la   presenza    di   amianto ,    deve   provvedere    

   Nel caso di comprovata pericolosità delle strutture in amianto 

    • la Asl deve intervenire,
  • diversamente scatta il reato di omissione di atti di ufficio.
  • In queste circostanze può essere utile rivolgersi all’
  • Associazione Esposti Amianto (AEA) per ricevere assistenza.
finanziamento-rimozione-bonifica-amianto-contributi-fondo-perduto-finlumia-asl-logo

  Il proprietario dell’immobile può scegliere di  

    ATTENZIONE!!   

i lavori di rimozione devono avvenire nel pieno rispetto della normativa:

   l’inosservanza determina sanzioni penali   

  • sia per coloro che affidano i lavori
  • sia per coloro che li eseguono.

** * nel caso in cui decida di farla allora deve attuare i metodi previsti dall’indagine e rispettare le tempistiche fissate.finanziamento rimozione bonifica amianto eternit rifacimento tetto

incentivi amianto

COME SI PRESENTA L'AMIANTO-ETERNIT

finlumia_amianto_rimozione-smaltimento-finanziamento-contributi-2020

  le forme dell’amianto  

Prima di parlare delle sanzioni amianto, credo che sia opportuno descrivere brevemente quali sono le forme in cui può presentarsi questo materiale.

 

Esistono due tipologie di amianto:

·         Amianto in forma friabile

·         Amianto in forma compatta

  L’amianto in forma friabile   è molto più pericoloso per le persone perché può essere ridotto in polvere con una semplice azione manuale: in questo modo la diffusione delle polveri nocive è molto più semplice.

  L’amianto in forma compatta   

è meno pericoloso dal momento che non può essere sbriciolato se non si utilizzano determinati attrezzi meccanici: in questo caso la diffusione di fibre e polveri nell’aria è meno probabile.

  • non prevede l’obbligo di bonifica assoluto ma
  •      sancisce il dovere di individuare le        
  •   presenza di materiali contenenti questa   
  •   sostanza: 

 Il proprietario dell’edificio oppure l’amministratore, nel caso di un condominio, 

  • è tenuto a comunicare alla Asl di riferimento (L.r. 31.07.2012 n. 14) la presenza di amianto friabile secondo quanto previsto dalla norma di riferimento.finanziamento rimozione bonifica amianto eternit rifacimento tetto

OBBLIGO RIMOZIONE AMIANTO per PRIVATI:

finanziamento-rimozione-bonifica-amianto-contributi-fondo-perduto-finlumia-discarica

 Quali sono le multe previste chi abbandona l’amianto sul suolo pubblico?

L’amianto è un rifiuto pericoloso e come tale deve essere smaltito seguendo tecniche ben precise.

  L’abbandono di amianto sul suolo pubblico viene punito con pesanti sanzioni amministrative.  

Prima delle modifiche introdotte dal D.Lgs 205/2010 il privato cittadino era punito con una

  • sanzione da €105 a €620.

L’articolo 34 del D.Lgs 205/2010 ha introdotto delle modifiche, incrementando la sanzione amministrativa da

tale importo aumenta nel caso di abbandono rifiuti pericolosi, anche sul proprio suolo privato.

  Il privato deve in questo caso provvedere  

UN CASO RECENTE in Lombardia

lonate-2-640x381

LONATE POZZOLO – La Guardia di Finanza di Busto Arsizio ha sottoposto a sequestro, per violazione delle norme relative alla gestione dei rifiuti speciali, un complesso industriale dismesso, nel comune diLonate Pozzolo e costituito da un capannone industriale, ormai fatiscente, nonché dalla circostante area recintata, per un’ampiezza complessiva pari a circa 16mila metri quadrati. Il fatto è avvenuto oggi, giovedì 6 febbraio.

lonate-1

Bomba ecologica scoperta grazie all’elicottero

L’intervento, attuato grazie all’attività di controllo economico del territorio anche con l’utilizzo degli elicotteri del Reparto Operativo Aero-Navale della Guardia di Finanza di Como, ha visto anche la partecipazione del personale tecnico dell’Agenzia Regionale per la Protezione dell’Ambiente (Arpa) di Olgiate Olona. I finanzieri della Sezione Aerea di Venegono Superiore e quelli di Busto Arsizio,durante un sorvolo sulla provincia di Varese, hanno individuato dall’alto la fatiscente copertura in cemento-amianto del capannone industriale, già parzialmente crollata. Il sopralluogo a terra ha consentito di rilevare l’effettiva presenza di amianto nel terreno a causa del cedimento di alcune parti del tetto deteriorato del capannone che, crollando al suolo, si sono sbriciolate disperdendo polveri nocive per l’ambiente circostante e per la salute dell’uomo.

Nei guai un imprenditore di Novara

L’intera area, di proprietà di una società della provincia di Milano, è stata quindi sottoposta a sequestro penale e il legale rappresentante dell’impresa, un imprenditore quarantatreenne della provincia di Novara, è stato denunciato alla Procura della Repubblica di Busto Arsizio. Il reato ipotizzato è  attività di gestione di rifiuti non autorizzata. Sono tuttora in corso, ad opera dell’Arpa, analisi tecniche sui campioni prelevati al fine di stabilire il livello di pericolosità del materiale trovato nell’area. L’operazione di servizio costituisce un’ulteriore testimonianza del costante impegno riservato dalla Guardia di Finanza al contrasto degli illeciti ambientali, e ai correlati risvolti economico-finanziari, a tutela del territorio del nostro Paese nonché dell’importanza per il Corpo di reprimere ogni comportamento elusivo delle norme garanti la salubrità dell’ecosistema.

c
lonate amianto fabbrica dismessa – MALPENSA24

DECRETO FER 1 2019

   Decreto FER, gli incentivi   

   alla rimozione dell’amianto  

rimozione-amianto_rifacimento-tetto-finanziamento-fotovoltaico-esco-finlumia_2

  Come si legge nella bozza del decreto,  

  • si è ritenuto opportuno “promuovere la realizzazione di impianti fotovoltaici
  • i cui moduli sono installati su edifici con coperture in eternit
  • o comunque contenenti amianto (cd premio amianto),
  • con la completa rimozione dell’eternit o dell’amianto,
  • in quanto gli ambiziosi obiettivi sulle rinnovabili richiedono e suggeriscono l’utilizzo di superficie già impegnate per altri usi, finanziamento rimozione bonifica amianto eternit rifacimento tettofinanziamento rimozione bonifica amianto eternit rifacimento tetto
  • a partire da quelle su cui l’installazione del fotovoltaico può fornire anche un vantaggio supplementare, in termini di benefici sanitari e ambientali”.
     
            Gli impianti fotovoltaici realizzati al posto delle coperture in amianto avranno diritto,                       in aggiunta agli incentivi sull’energia elettrica,        a un premio pari a 12 €/MWh,          
  • erogato con le stesse modalità e tempistiche degli incentivi sull’energia elettrica.
  • L’amianto dovrà essere rimosso e smaltito secondo le modalità indicate dal Gestore dei Servizi Energetici (GSE).
  • Questo incentivo non potrà essere cumulato con altri bonus per la rimozione dell’amianto.finanziamento rimozione bonifica amianto eternit rifacimento tetto

Decreto FER, gli impianti incentivati

rimozione-amianto_rifacimento-tetto-esco-finlumia-contributo-manager-al-telefono-2020

 Il decreto FER suddivide gli impianti che hanno diritto agli incentivi in gruppi: 

      Gruppo A:  

  • i. impianti eolici;, finanziamento rimozione bonifica amianto eternit rifacimento tettofinanziamento rimozione bonifica amianto eternit rifacim
  • ii. impianti fotovoltaici;
      Gruppo B:  
  • iii. impianti idroelettrici;
  • iv. impianti geotermoelettrici;
  • v. impianti a gas residuati dei processi di depurazione;
  • vi. impianti alimentati da gas di discarica.
      Gruppo C:  
  • i. impianti oggetto di rifacimento totale o parziale
  • e rientranti nelle tipologie di cui al gruppo A, lettera i)
  • e gruppo B lettere iii) e iv)., finanziamento rimozione bonifica amianto eternit rifacimento tettofinanziamento rimozione bonifica amianto eternit rifacim

    A questi la bozza del 6 settembre 2019  ha aggiunto il gruppo 

    Gruppo A-2:  

  • impianti fotovoltaici in cui i moduli fotovoltaici sono installati in sostituzione di coperture di edifici
  • su cui è stata fatta   la completa rimozione dell’eternit o dell’amianto.  

In base al testo, la superficie dei moduli non può essere superiore a quella della copertura rimossa.finanziamento rimozione bonifica amianto eternit rifacimento tetto

Quanto vale l' incentivo ?, finanziamento rimozione bonifica amianto eternit rifacimento tettofinanziamento rimozione bonifica amianto eternit rifacim

rimozione-amianto_rifacimento-tetto-finanziamento-fotovoltaico-esco-finlumia-pesista-2020

    Qualora l’impianto venga realizzato contestualmente alla rimozione dell’eternit       

   Le tariffe offerte sono:  

  • 10,5 cent/kWh fino a 100 kW
  • 9 cent/kWh fino a 1 MW
  • 7 cent/kWh oltre 1 MW

c’è un premio di 1,2 cent/kWh, fino a 1 MW, su tutta l’energia prodotta, anche quella autoconsumata.

Per gli impianti su edifici fino a 100 kW, sulla quota di produzione auto consumata c’è un ulteriore premio d 1 cent/kWh, cumulabile col premio per la rimozione eternit., finanziamento rimozione bonifica amianto eternit rifacimento tettofinanziamento rimozione bonifica amianto eternit rifacim

Attraverso il meccanismo del ribasso si potrà, eventualmente, offrire allo Stato uno sconto.

Nota bene: almeno per la prima sessione e per gli impianti fino a 1 MW, vi sono parametri più interessanti dello sconto su cui vale la pena focalizzarsi per un buon posizionamento nella   “classifica”. 

Potranno accedere agli incentivi,

finanziamento-rimozione-bonifica-amianto-contributi-fondo-perduto-finlumia-fotovoltaico-procedure-donna_2

  Procedure pubbliche per la selezione di progetti da iscrivere in appositi registri:


- gli impianti di nuova costruzione o integralmente ricostruiti e riattivati, di potenza inferiore a 1MW;
- gli impianti oggetto di un intervento di potenziamento, qualora la differenza tra il valore della nuova potenza installata rispetto alla potenza installata precedentemente l’intervento sia inferiore a 1 MW;
- gli impianti oggetto di rifacimento di potenza inferiore a 1 MW.
 
   Gli impianti con una potenza superiore a 1 MW   

Incentivi al fotovoltaico da 20 kwp

finanziamento-rimozione-bonifica-amianto-contributi-fondo-perduto-finlumia-citt-2020

   Potranno accedere agli incentivi gli impianti  fotovoltaici di potenza superiore a 20 kW     

  •     Le altre fonti di energia rinnovabile hanno continuato ad usufruire  
  •    degli incentivi fissati con i decreti FER elettriche non fotovoltaiche,   
  • come ad esempio il DM 23 giugno 2016.

    Ma non solo, perchè gli aiuti al fotovoltaico hanno subìto dei tagli retroattivi a causa del Decreto "Spalma Incentivi" (DL 91/2014).
  • La norma, dopo accese proteste, è stata considerata legittima.
     
      Il Governo ha però deciso di cambiare rotta, come si legge nella bozza del decreto,  
  • “alla luce della Strategia energetica nazionale (SEN) e degli esiti del DM 23 giugno 2016".finanziamento rimozione bonifica amianto eternit rifacimento tetto

INCENTIVI .....Chi accede?

finanziamento-rimozione-bonifica-amianto-contributi-fondo-perduto-finlumia-fotovoltaico

    Possono   accedere   tutti   i   nuovi   impianti sopra i 20 kW,      

purché non si collochino su terreno agricolo. 

Il decreto non si sovrappone quindi in alcun modo alla detrazione IRPEF del 50%.

 Nota bene: per chi vuole realizzare un piccolo impianto residenziale, tutto rimarrà come prima: d’altronde la detrazione assieme allo Scambio Sul Posto già consentono un rapido rientro dell’investimento.   finanziamento rimozione bonifica amianto eternit rifacimento tetto finanziamento rimozione bonifica amianto eternit rifacimento tetto

  Cosa viene incentivato?  

L’energia immessa in rete con tariffa “onnicomprensiva” per 20 anni

Pertanto, nulla sarà dovuto per l’energia che si autoconsuma, né si deve interpretare la tariffa come “premio” oltre al valore dell’energia.finanziamento rimozione bonifica amianto eternit rifacimento tetto

Quando è partito il registro?

rimozione-amianto_rifacimento-tetto-esco-finlumia-contributo-ragazza-2020

  E' un meccanismo a registri, con quote contingentate per ogni sessione,   

questo decreto assomiglia un po’ al primo conto energia. 

La prima finestra per presentare la domanda si è aperta il 31 gennaio 2019 per 30 giorni.   finanziamento rimozione bonifica amianto eternit rifacimento tetto finanziamento rimozione bonifica amianto eternit rifacimento tetto

Il GSE ha pubblicato la graduatoria degli ammessi dopo 90 giorni (a fine maggio 2019).

Ci saranno poi ulteriori sessioni a maggio e a settembre con le stesse modalità dei 30 giorni per presentare domanda.

Attenzione a non bloccare il mercato fino ad allora, specialmente quello degli impianti fino a 500 kW, che accedono allo Scambio Sul Posto (SSP).    finanziamento rimozione bonifica amianto eternit rifacimento tetto finanziamento rimozione bonifica amianto eternit rifacimento tetto

 Chi autoconsuma buona parte dell’energia non ha infatti motivo per aspettare questo incentivo

Quanto dura l' incentivo ?   finanziamento rimozione bonifica amianto eternit rifacimento tetto finanziamento rimozione bonifica amianto eternit rifacimento tetto

rimozione-amianto_rifacimento-tetto-finanziamento-fotovoltaico-esco-finlumia-donna

 Non è possibile fare previsioni. 

 Vi è un tetto, quello del contatore  FER Elettriche non fotovoltaiche  

ad oggi a 4,9 Miliardi di €/anno. Il limite è 5.8.

Una volta raggiunto il limite, finirà il meccanismo.

Nella migliore delle ipotesi la legge prevede

 l’ultima asta il 31 Maggio 2021.

Varie e eventuali

  Sono introdotte delle cauzioni anche per gli impianti sopra i 100 kW e sotto 1 MW,  

  • nella misura del 2% del costo previsto dal GSE pari a 1000 €/kW.
  • Per esempio quindi per un 200 kW si verserà una cauzione provvisoria di 2000 € e definitiva di 4000 €
  • che verranno poi svincolati quando l’impianto entra in funzione.

I requisiti finanziari per impianti sopra 1 MW sono più stringenti

Nota bene: decreto o non decreto, con gli attuali prezzi dei moduli e degli impianti di medie e grandi dimensioni, il fotovoltaico è già la fonte di energia più economica rispetto a qualsiasi contratto di fornitura con qualsiasi operatore del mercato elettrico. finanziamento rimozione bonifica amianto eternit rifacimento tetto

Quali sono i criteri della “classifica” per ricevere l’incentivo?

Se per gli impianti sopra il MW quasi tutto si giocherà sul valore del ribasso offerto,

rimozione-amianto_rifacimento-tetto-fotovoltaico-esco-finlumia-atleta

  per gli impianti sotto 1 MW i criteri   

 fondamentali sono invece 2, o meglio 3: 

        Impianti  realizzati   su tetti  in eternit:         

priorità a quelli su edifici pubblici, scuole, ospedali ed edifici aperti al pubblico. Questi impianti hanno 100 MW riservati alla prima asta.

      Impianti su cave dismesse,     siti contaminati,   

ecc: occorrerà però arrivare di fronte GSE con tutti i permessi acquisiti… Questi impianti avranno 45 MW riservati alla prima asta.
  Per le cave è stato precisato che i siti idonei sono:  

In entrambi i casi, il secondo criterio che, attenzione, verrà considerato solo se il primo non sarà sufficiente,

è la presenza di colonnine di ricarica per auto elettriche.

Ad esempio, qualora ci fossero più di 100 MW di impianti su tetti in eternit:

A questo punto chi avrà delle colonnine (potenza almeno pari al 15% della potenza impianto, non 30% come nelle bozze precedenti)

  •  proseguirà la gara, gli altri resteranno fuori.

Un altro criterio, non economico, riguarda le domande per “aggregati” di impianti, quindi per esempio,


Quindi, come si è visto, molta cura va prestata alla costruzione dell’operazione, più che al prezzo. finanziamento rimozione bonifica amianto eternit rifacimento tetto

Come l'amianto uccide   finanziamento rimozione bonifica amianto eternit rifacimento tetto finanziamento rimozione bonifica amianto eternit rifacimento tetto

Gli effetti dell'amianto sulla salute dell'uomo   finanziamento rimozione bonifica amianto eternit rifacimento tetto finanziamento rimozione bonifica amianto eternit rifacimento tetto

Problema!! ...AMIANTO!!

rimozione-amianto_rifacimento-tetto-esco-finlumia-contributo-malattia_2
 Effetti dell’Amianto sulla salute 

La potenziale pericolosità dei materiali contenenti amianto ( M.C.A ) 

 

dipende dall'eventualità che siano rilasciate nell'ambiente

 

  fibre aerodisperse che possono venire inalate

 

Dopo essere state inalate, alcune vengono eliminate,

 

  altre rimangono nei polmoni per sempre.  

  • finanziamento rimozione bonifica amianto eternit rifacimento tetto

1-ASBESTOSI

finanziamento-rimozione-bonifica-amianto-contributi-fondo-perduto-finlumia-asbestosi_2

    Asbestosi   (  cicatrizzazione dei tessuti del polmone  )   

In questa malattia la normale struttura del polmone viene modificata a causa della comparsa di tessuto fibroso che ostacola il trasferimento dell'ossigeno dell'aria respirata al sangue.

Compaiono disturbi quali: 

  • Per la diagnosi di asbestosi occorre effettuare una radiografia al torace.
  • Per verificare l'eventuale danno, anche in fase iniziale sono utili esami della funzionalità respiratoria ( spirometria ).
  • Per verificare l'esposizione è utile effettuare un esame dell'escreato dove si possono trovare fibre chiamate "corpuscoli di asbesto".
  • Generalmente l'asbestosi, raramente compare prima di 10 anni dalla prima esposizione.finanziamento rimozione bonifica amianto eternit rifacimento tetto

2-Mesotelioma

finlumia_amianto_rimozione-smaltimento-finanziamento-contributi-cancro

  Cancro al polmone  - Mesotelioma  

L'amianto può provocare tumori a

3- Cancro della laringe

rimozione-amianto_rifacimento-tetto-fotovoltaico-finlumia-contributo-malattia

  Cancro della Laringe 1-

È stato suggerito che l'esposizione all'amianto può provocare

  • il cancro della laringe o
  • delle vie gastro-intestinali.finanziamento rimozione bonifica amianto eternit rifacimento tetto

4- Cancro intestinale

finlumia_finanziamento-smaltimento-amianto_cancro-colonretto

    Cancro intestinale     

Si è sospettato inoltre che l' ingestione d'amianto 

  • ( ad esempio attraverso l'acqua potabile contaminata )
  • può provocare un cancro gastro-intestinale

e almeno uno studio ha evidenziato

  • un rischio maggiore derivante da concentrazioni anormalmente elevate di       amianto
  • ingerite attraverso l'acqua potabile.

Tuttavia, tali sospetti non sono stati sempre confermati da prove raccolte nel corso di relativi studi. finanziamento rimozione bonifica amianto eternit rifacimento tetto

5-PLACCHE PLEURICHE

finlumia_finanziamento-smaltimento-rimozione-amianto_placchepleuriche

     Placche pleuriche    

L'esposizione dell'amianto  può inoltre provocare placche pleuriche.

  Le placche pleuriche non hanno un decorso maligno e non alterano normalmente le funzioni del polmone.   

  • Mentre per l'asbestosi maggiore è il numero di fibre inalate è maggiore è la possibilità di contrarre la malattia,
  • per l'insorgenza di un tumore sono sufficienti esposizioni anche limitate
  • L'effetto cancerogeno dell'amianto è gravemente potenziato dal fumo di sigaretta-finanziamento rimozione bonifica amianto eternit rifacimento tetto

Cosa fare se si individua dell'amianto in casa?

rimozione-amianto_rifacimento-tetto-finanziamento-fotovoltaico-esco-finlumia-donne-panico

Se pensi che in casa tua possa esserci dell'amianto,

  • niente panico.

I materiali contenenti amianto che

  • non sono danneggiati o manipolati

non sono suscettibili di rappresentare un rischio per la salute.

 Di solito la cosa migliore è

  • lasciare isolato il materiale contenente amianto

se è in buone condizioni.

In generale, il materiale contenente amianto che è in buone condizioni

e non sarà manipolato (rimodellandolo, ad esempio)

  • non rilascerà fibre di amianto. finanziamento-rimozione-amianto_rifacimento-tetto-finanziamento-fotovoltaico-esco-finlumia-donna-cosa-fare

I materiali contenenti amianto

  • possono rilasciare fibre

Tieni d'occhio i materiali contenenti amianto e controllali visivamente nel tempo per segni di usura o danni.

  • Se sospetti che il materiale contenga amianto,
  • non toccarlo. 

Cerca segni di usura o danni come

Il materiale danneggiato può rilasciare fibre di amianto.

Ciò è particolarmente vero se lo si manipola  spesso

finanziamento-rimozione-smaltimento-bonifica-amianto-eternit-contributi-incentivi-finlumia-tipologia-materiali.-fibre-in-aria

Per materiale contenente amianto leggermente danneggiato,

a volte il modo migliore per affrontarlo è l

  • imitare l'accesso all'area e non toccarlo . 
  •  

Se il materiale contenente amianto

  • è più che leggermente danneggiato

o se intendi apportare modifiche alla tua casa che potrebbero danneggiarlo,

  • è necessaria la riparazione o la rimozione

da parte di un professionista dell'amianto qualificato e accreditato .

finanziamento-rimozione-amianto_rifacimento-tetto-finanziamento-fotovoltaico-esco-finlumia-donna-cosa-fare

Cosa fare e cosa non fare con l'amianto? per il proprietario della casa

rimozione-amianto_rifacimento-tetto-finanziamento-fotovoltaico-esco-finlumia-donne-incentivi

Non abbandonare i materiali contenenti amianto non danneggiati.

In caso di problemi con l'amianto

  • è più che leggermente danneggiato o
  • potrebbe essere graffiato,

Se il materiale contenente amianto

ci sono due tipi di azioni che possono essere intraprese da professionisti dell'amianto formati e accreditati :

La riparazione di solito comporta

finanziamento-rimozione-bonifica-amianto_rifacimento-tetto-finanziamento-fotovoltaico-esco-finlumia-

 Con qualsiasi tipo di riparazione, l'amianto rimane al suo posto.

Talvolta l'isolamento di

può essere riparato in questo modo.

 Questo dovrebbe essere fatto solo da

  • un professionista addestrato a
  • gestire l'amianto in sicurezza.

La copertura (recinzione)

implica il posizionamento di qualcosa

al materiale che contiene amianto

  • per impedire il rilascio di fibre. finanziamento rimozione bonifica amianto eternit rifacimento tetto

RIMOZIONE AMIANTO, TRATTAMENTO TUBAZIONI

finanziamento-rimozione-smaltimento-bonifica-amianto-eternit-contributi-incentivi-finlumia-fotovoltaico-2020

Le tubazioni isolate esposte possono essere coperte

La rimozione dell' amianto può essere necessaria

La rimozione può essere necessaria quando

finanziamento-rimozione-bonifica-amianto_eternit-rifacimento-tetto-fotovoltaico-esco-finlumia-

perchè il materiale contenente amianto inquinerà

Inoltre, può essere necessaria la rimozione se il materiale contenente amianto è

  •  La rimozione è complessa e
  •  Una rimozione impropria

può effettivamente aumentare l'esposizione tua e della tua famiglia alle fibre di amianto. finanziamento rimozione bonifica amianto eternit rifacimento tetto

COSA DICE LA LEGGE

climatizzatorefoto1
finanziamento-rimozione-smaltimento-bonifica-amianto-eternit-contributi-incentivi-finlumia-normativa-obblighi-v

I proprietari di edifici in cui sono stati trovati materiali amianto 

  • devono garantire un controllo periodico dei materiali. 
  • e se le condizioni del prodotto non garantiscono più che non vengano rilasciate fibre di amianto,
  • il tetto deve essere rinnovato.

Secondo la legislazione statale, i materiali di amianto possono essere bonificati in tre modi:

La rimozione e lo smaltimento di materiali contenenti amianto

  •  è particolarmente pericoloso per i lavoratori coinvolti nelle opere di demolizione.
  • Ma anche l'ambiente è a rischio.

Per evitare pericoli, quindi,

  • in caso di risanamento di materiali contenenti amianto,
  • devono essere rispettate condizioni rigorose (vedi DM del 6 settembre 1994). 

Le operazioni di bonifica e smaltimento dell'amianto

possono essere effettuate solo da ditte specializzate (iscrizione in " Albo Nazionale Gestori Ambientali " - Categoria 10A o 10B).

  • Sono ammesse le imprese di categoria 10 A  
  • Eseguire solo il ripristino dell'amianto saldamente legato
  • Le aziende della categoria 10 B
  • sono autorizzate a intraprendere il ripristino dell'amianto saldamente legato e debolmente legato (ad esempio amianto spray).

I lavori di ristrutturazione e smaltimento sono soggetti ad approvazione. finanziamento rimozione bonifica amianto eternit rifacimento tetto

VALUTAZIONI E VERIFICHE

finanziamento-rimozione-smaltimento-bonifica-amianto-eternit-contributi-incentivi-finlumia-tipologia-materiali-tetto

L'amianto è un minerale fibroso, presente in natura. 

  • Se le fibre sono libere
  • o solo debolmente connesse al materiale di supporto
  • in modo che possano essere facilmente rilasciate nell'ambiente,

 Le fibre di amianto saldamente legate al resto del materiale,

si parla di amianto debolmente legato ..finanziamento rimozione bonifica amianto eternit rifacimento tetto

  • ad esempio cemento amianto,
  • sono indicate come amianto fortemente legato .

È spesso difficile vedere se   finanziamento rimozione bonifica amianto eternit rifacimento tetto finanziamento rimozione bonifica amianto eternit rifacimento tetto

contengono amianto perché sembrano molto simili a prodotti che non contengono amianto.

Una nota importante è sempre l'età dell'edificio,   finanziamento rimozione bonifica amianto eternit rifacimento tetto finanziamento rimozione bonifica amianto eternit rifacimento tetto

  • in quanto l'uso dell'amianto è vietato in Italia dal 1994.

Gli edifici di

  • nuova costruzione o
  • completamente ristrutturati dopo il 1994
  • non contengono più materiali di amianto.

In caso contrario è necessario contattare un esperto che potrebbe anche dover cercare il materiale sospetto.


L'amianto negli edifici rimane innocuo per l'uomo   finanziamento rimozione bonifica amianto eternit rifacimento tetto finanziamento rimozione bonifica amianto eternit rifacimento tetto

Tuttavia, se il materiale è danneggiato,   finanziamento rimozione bonifica amianto eternit rifacimento tetto finanziamento rimozione bonifica amianto eternit rifacimento tetto

  • se la lavorazione meccanica non viene eseguita e in forma intatta.

Le fibre possono essere rilasciate e la salute umana è in pericolo.

Per questo motivo, i materiali di amianto 

non devono essere lavorati, segati o perforati.

 Troverete informazioni dettagliate sulle procedure in vigore

  • per la segnalazione di materiali amianto e   finanziamento rimozione bonifica amianto eternit rifacimento tetto finanziamento rimozione bonifica amianto eternit rifacimento tetto
  • per la valutazione della pericolosità di
  • dove può essere presente amianto.

 Per i tetti e le coperture in amianto

  • è disponibile una scheda di valutazione per l'urgenza di ristrutturazione. 

Il ripristino e lo smaltimento di materiale contenente amianto

  • può essere effettuato solo da ditte autorizzate.. finanziamento rimozione bonifica amianto eternit rifacimento tetto

DOVE SI ANNIDA L'AMIANTO

  •   i tipici prodotti e materiali da costruzione contenenti amianto
  • con i quali la popolazione dell'ambiente domestico può entrare in contatto.
finanziamento-rimozione-smaltimento-bonifica-amianto-eternit-contributi-incentivi-finlumia-tipologia-materiali

Fig.1: Pannello termoisolante in cartone di amianto debolmente legato.

  • Si trova principalmente vicino a termosifoni e stufe.
  • A volte una lastra di alluminio o qualcosa di simile copre la lastra di amianto reale.
  • Poiché si tratta di amianto debolmente legato, le fibre di amianto possono essere rilasciate nell'ambiente attraverso effetti minori.
  • I pannelli di cartone di amianto devono essere rimossi immediatamente da una società autorizzata.

Fig. 2: Pavimenti in vinile amianto.

  • I pavimenti vinilici amianto si riconoscono dal fatto che sono piastrelle quadrate, rigide, non flessibili con una dimensione massima di 30x30 cm.
  • Nell'uso normale questo materiale non è mai pericoloso, anche se contiene una piccola quantità di amianto.
  • Tuttavia non deve essere spezzato o sbriciolato (il calore scioglie le fibre di amianto dallo strato di plastica).
  • Questi pavimenti non devono essere confusi con il pavimento in linoleum, che viene offerto in rotoli flessibili e non contiene amianto. 
  •  Il seguente schema di valutazione può essere utilizzato per valutare l'amianto all'interno .

Fig.3: Lastre per balconi in cemento amianto. 

  • Può essere dipinto in diversi modi. Finché i pannelli sono intatti e non rotti, non c'è pericolo.

Fig.4: Tetto in cemento-amianto: a causa della loro età,

  • i tetti sono spesso ricoperti da singoli muschi. 
  • La seguente scheda di valutazione deve essere utilizzata per valutare la necessità di ristrutturazione di una copertura in cemento-amianto .

Fig.5: Tetto di una vecchia tettoia in legno con tegole piatte e romboidali in cemento amianto. 

  • La seguente scheda di valutazione deve essere utilizzata per valutare la necessità di ristrutturazione di una copertura in cemento-amianto  .finanziamento rimozione bonifica amianto eternit rifacimento tetto

ETERNIT UN PERICOLO INCOMBENTE

I pannelli Eternit sono in molti casi una bomba a orologeria pericolosa e ticchettante:

finanziamento-rimozione-smaltimento-bonifica-amianto-eternit-contributi-incentivi-finlumia-pericolo-
  • prima ti sbarazzi dei vecchi materiali da costruzione Eternit sul tetto e sulla facciata, meglio è.

Storia  in dettaglio  ,  lo smaltimento.

  • Eternit è il nome commerciale di un materiale da costruzione in fibrocemento sotto forma di pannelli. 
  • Il fibrocemento è una miscela di cemento e fibra. 
  • Le fibre di resistenza alla trazione conferiscono al cemento un'ottima stabilità e allo stesso tempo un peso ridotto.
  •  A causa della durata di conservazione molto lunga pianificata,
  • l'azienda principalmente produttrice ha scelto il nome del marchio (e il nome dell'azienda) "Eternit",
  • derivato dalla parola latina "eternità".

In linea di principio, nulla nel fibrocemento è dannoso

  • - come materiale da costruzione è in realtà piuttosto interessante per le sue qualità. 
  • Il fibrocemento è stato prodotto e utilizzato dalla fine del secolo scorso -
  • di conseguenza è un materiale da costruzione molto consolidato.

Il problema con i vecchi pannelli Eternit è piuttosto

  • che i prodotti più vecchi contengono la sostanza potenzialmente dannosa amianto .
  •  fino al 1993 che i pannelli Eternit sono stati prodotti CON  l'aggiunta di amianto,
  • poiché il materiale da costruzione è stato bandito da quel momento in poi. 

In vari altri paesi, tuttavia, i pannelli in fibrocemento

  • erano in alcuni casi ancora realizzati con amianto fino all'inizio del 21 ° secolo,
  • ad esempio nei paesi dell'America Latina o in Australia. .finanziamento rimozione bonifica amianto eternit rifacimento tetto

In un tribunale, gli esperti hanno stimato che tra il 1966 e il 1986

  • circa 3.000 persone sono morte
  • nella produzione di pannelli in fibrocemento presso Eternit SpA in Italia
  • a causa della mancanza di misure di protezione contro le fibre di amianto
  • e della mancanza di informazioni sui pericoli.

L'amianto è stato bandito in questo paese dal 1993.

Da allora i prodotti in amianto non possono essere venduti, né possono essere utilizzati componenti contenenti amianto.

finanziamento-rimozione-smaltimento-bonifica-amianto-eternit-contributi-incentivi-finlumia-tipologia-materiali-friabile

 Tuttavia, il boom dell'amianto della seconda metà del XX secolo si sta vendicando più che mai.


  • Il termine amianto deriva dal latino
  • , ma in origine era derivato dal greco antico ásbestos,
  • che significa indelebile o indistruttibile.
Questa pretesa di eternità non è affatto male.
Per molto tempo l'amianto è stato valutato come un'eccellente fibra minerale:
  • i migliori prerequisiti per una grande richiesta.
Soprattutto, l'amianto costava anche poco:

Fu solo negli anni '70 che gli effetti nocivi della polvere di fibre di amianto furono ufficialmente riconosciuti. 

Le fibre hanno la proprietà di dividersi in direzione longitudinale. .finanziamento rimozione bonifica amianto eternit rifacimento tetto 

  • Questo crea minuscole fibre di dimensioni microscopiche, che vengono inalate e, come le frecce, rimangono bloccate nei polmoni. 
  • Il risultato può essere il cancro della laringe o del polmone. 

Secondo l'Ufficio federale della sanità pubblica,

  • circa 120 persone si ammalano gravemente ogni anno    finanziamento rimozione bonifica amianto eternit rifacimento tetto finanziamento rimozione bonifica amianto eternit rifacimento tetto
  • perché hanno inalato una quantità cancerogena di fibre di amianto.

..finanziamento rimozione bonifica amianto eternit rifacimento tetto

Ciò può ritardare il programma,

  • soprattutto perché i materiali da costruzione interessati devono essere rimossi con molta attenzione
  • per prevenire la polvere di amianto nociva. 

Anche i lavori di smantellamento e

  • il corretto smaltimento dell'amianto
  • sono spesso molto costosi.

Lavorare su prodotti di amianto debolmente legati

  • come l'isolamento dei tubi è particolarmente pericoloso.

 Anche con poca esposizione,

  • le fibre di amianto si staccano dal composito e
  • portano ad alte concentrazioni di fibre nell'aria. 

Tuttavia, ci sono anche pericoli con prodotti in amianto legati

soprattutto se si danneggiano quando

  • Soprattutto quando si verifica un incidente o   finanziamento rimozione bonifica amianto eternit rifacimento tetto finanziamento rimozione bonifica amianto eternit rifacimento tetto
  • quando gli hobbisti si recano inavvertitamente al lavoro,
  • possono sorgere inconsapevolmente concentrazioni elevate di amianto.

Ciò può ritardare il programma,

finanziamento-rimozione-smaltimento-bonifica-amianto-eternit-contributi-incentivi-finlumia-tipologia-materiali.-fibre-g

Ciò può ritardare il programma,

  • soprattutto perché i materiali da costruzione interessati devono essere rimossi con molta attenzione
  • per prevenire la polvere di amianto nociva. 

finanziamento rimozione bonifica amianto eternit rifacimento tetto

Anche i lavori di smantellamento e

  • il corretto smaltimento dell'amianto
  • sono spesso molto costosi.

Lavorare su prodotti di amianto debolmente legati

  • come l'isolamento dei tubi è particolarmente pericoloso.

 Anche con poca esposizione,

  • le fibre di amianto si staccano dal composito e
  • portano ad alte concentrazioni di fibre nell'aria. 

Tuttavia, ci sono anche pericoli con prodotti in amianto legati

finanziamento-rimozione-smaltimento-bonifica-amianto-eternit-contributi-incentivi-finlumia-tipologia-materiali.-fibre-in-aria-aa

soprattutto se si danneggiano quando

  • Soprattutto quando si verifica un incidente o
  • quando gli hobbisti si recano inavvertitamente al lavoro,
  • possono sorgere inconsapevolmente concentrazioni elevate di amianto.

Responsabilità sociale

Responsabilità sociale

In Svizzera non sussiste alcun obbligo legale di risanare proprietà contaminate da amianto. 

  • Tuttavia, secondo l'Asbestos Switzerland Forum,
  • c'è l'obbligo di denunciare la bonifica dall'amianto anche da piccole aree. 

Secondo Suva, gli artigiani e le aziende a contratto

  • devono garantire che i lavoratori non siano esposti al rischio di amianto.

 Un esame preliminare utilizzando campioni di materiale fornisce chiarezza e sicurezza.

  •  UNA CERTIFICAZIONE  di questo tipo normalmente costa tra 800 e 1200 franchi.

I proprietari di case, tuttavia,

  • hanno anche una responsabilità che va oltre i requisiti legali,

afferma Marianne Stähler:

  • “Gli inquilini in particolare devono poter contare sul fatto che vivono in un ambiente sano.
  •  E quando si tratta di ristrutturazioni,
  • è mio dovere come proprietario proteggere la salute degli appaltatori ".
  • Un esame dettagliato dell'oggetto di ristrutturazione garantisce chiarezza e protegge da brutte sorprese e pericoli. 
  • Il controllo degli inquinanti è diventato di recente obbligatorio nel cantone di Zurigo. 
  • Il settore pubblico gestisce uffici specializzati che aiutano con le questioni relative all'amianto..finanziamento rimozione bonifica amianto eternit rifacimento tetto
  • Per questo motivo, l'amianto è stato bandito nel 1993,
  • tuttavia il materiale da costruzione rimane un sito contaminato fino ad oggi.

Onnipresente nonostante il divieto

finanziamento-rimozione-smaltimento-bonifica-amianto-eternit-contributi-incentivi-finlumia-interventi

“Sebbene l'amianto sia ora vietato, è ancora utilizzato in molti edifici costruiti prima del 1993.

E soprattutto AFFLIGGE   proprietari di immobili  costruiti prima di questo anno di riferimento. disposti a ristrutturare

  • Molti proprietari di case non sono consapevoli dei pericoli che si trovano nelle loro case ",
  • afferma Marianna S,, consulente dell'associazione domestica.
  • Soprattutto perché l'amianto è stato utilizzato molto più frequentemente di quanto generalmente noto.

“Ci sono oltre 3000 applicazioni in cui è stato utilizzato l'amianto.

Questo sta diventando sempre più un boomerang,

in quanto sono proprio gli edifici di questi anni che necessitano ora di ristrutturazione. 

L'amianto è sicuro fintanto che è saldamente legato ai materiali da costruzione. 

Tuttavia, se le fibre di amianto vengono rilasciate durante i lavori di ristrutturazione, manutenzione e ristrutturazione, diventa pericoloso:

“I proprietari di case non possono evitare di fare indagini dettagliate prima di una ristrutturazione o ristrutturazione.

 In caso contrario, c'è il rischio di sorprese ".

La ristrutturazione di un immobile, infatti, diventa complicata quando durante i lavori vengono alla luce siti contaminati da amianto. La loro rimozione e smaltimento professionale deve essere effettuata da professionisti esperti e specializzati.. finanziamento rimozione bonifica amianto eternit rifacimento tetto

Negli anni '60 -'80 l'amianto era considerato una vera e propria cura miracolosa :

finanziamento-rimozione-smaltimento-bonifica-amianto-eternit-contributi-incentivi-finlumia-tipologia-materiali.-fibre-a

Queste proprietà hanno assicurato che l'amianto fosse ampiamente utilizzato,

Negli anni '90, tuttavia, si è scoperto che l'amianto è pericoloso per la salute 

  • . È costituito da
  • fibre sottili che,
  • se inalate,
  •  possono causare il cancro ai polmoni , tra le altre cose .

Per questo motivo, la sostanza è stata vietata prima in Germania nel 1993 . .finanziamento rimozione bonifica amianto eternit rifacimento tetto

 Dal 2005 non può più essere utilizzato in tutta l'UE. 

Rimuovere l'amianto:

è meglio assumere uno specialista

finanziamento-rimozione-smaltimento-bonifica-amianto-eternit-contributi-incentivi-finlumia-operatori-specialisti-bonifica.-a

Ma l'amianto può essere rilevato anche

L'amianto può essere trovato in molte aree,  

Se, ad esempio,

  •  sono in corso lavori di ristrutturazione ,
  • le fibre possono staccarsi facilmente e
  • essere quindi inalate dalle persone nelle vicinanze. 

Se vuoi smaltire l'amianto,

  • devi quindi adottare misure precauzionali speciali. 

Si consiglia di assumere una società specializzata per eseguire il lavoro 

  • Questo dovrebbe avere l'approvazione ufficiale.

Le aziende di questo tipo sanno esattamente cosa considerare

  • quando si lavora con materiali contenenti amianto, 

AMIANTO IN NATURA

 (. Altgriech ἄσβεστος, amianto , "imperituro")

   L'amianto

finanziamento-rimozione-smaltimento-bonifica-amianto-eternit-contributi-incentivi-finlumia-tipologia-materiali.-in-natura

è un termine collettivo per vari silicati fibrosi presenti in natura -

 minerali che sono incorporati in molti punti della terra nella crosta   terrestre. 

Altri minerali che contano l'amianto sono

noto anche come amianto bianco,

era tecnicamente di gran lunga l'applicazione più ampia. finanziamento rimozione bonifica amianto eternit rifacimento tetto

L'amianto è stato anche chiamato "fibra miracolosa"

finanziamento-rimozione-smaltimento-bonifica-amianto-eternit-contributi-incentivi-finlumia-pericolo-.schema-materiali-in-natura

 Con questi prerequisiti l'amianto ha potuto affermarsi

A causa dei rischi per la salute rappresentati dall'amianto,

  • che ora sono stati chiaramente identificati,

il suo uso è ora vietato in molti paesi, compresa l'intera UE e la Svizzera.. finanziamento rimozione bonifica amianto eternit rifacimento tetto

  •  L'amianto è oggi principalmente un problema di smaltimento.

Bandito in tutta l’Unione Europea da poco meno di 30 anni, il problema dell’amianto è ben lontano dall’essere risolto. Nel nostro Paese se ne trovano ancora tonnellate, mentre alcune patologie correlate emergono anche decenni dopo l’esposizione a questo materiale. A questo scenario si aggiunge l’urgenza dei rifiuti contenenti amianto, residui delle bonifiche, un’altra sfida per la salute e per l’ambiente che non possiamo più rimandare.

L’amianto (o asbesto) è un gruppo di minerali a struttura microcristallina e fibrosa, composti da silicato di magnesio, calcio e ferro. Conosciuto già ai tempi dell’antica Persia e dell’impero romano è usato in edilizia, industria e trasporti soprattutto a partire dal 1800 per il basso costo di lavorazione per le sue proprietà termoisolanti e fonoassorbenti e perché flessibile e resistente. Le stesse qualità – insieme alla friabilità – lo rendono però pericoloso, perché di difficile smaltimento e facilmente sbriciolabile, soprattutto se legato con matrici non compatte – con matrici resistenti e stabili costituisce materiali compatti come il cemento-amianto (eternit), meno pericolosi. Tra gli usi più frequenti in edilizia c’è la costruzione di tubature, impianti fognari, controsoffittature, coibentazioni, pannelli, canne fumarie, caldaie, stufe, forni e pavimenti in linoleum; negli impianti industriali è invece usato per coperture, serbatoi, reattori e refrigeratori, impianti termici ed elettrici, guarnizioni, parti di macchine e strumenti industriali, mentre nei trasporti è impiegato nella produzione di diverse componenti.   finanziamento rimozione bonifica amianto eternit rifacimento tetto finanziamento rimozione bonifica amianto eternit rifacimento tetto

gettyimages-859747158-scaled

Tutto questo non riguarda più l’Italia. Nei primi anni Novanta sono infatti entrati in vigore restrizioni e divieti imposti dal D.Lgs. 277/91 e dalla L.257/92 e il divieto di uso imposto dall’Unione europea ai suoi membri, con ultimatum nel 2005. Fino ad allora, però, l’amianto era semplicemente classificato come nocivo ai sensi del DPR 303/56 e quindi molto diffuso. In diverse parti del mondo è ancora così: la produzione e l’uso di ogni tipo di amianto sono vietati solo in 67 Paesi, mentre è ancora in uso – nonostante un calo della produzione mondiale dalle 5 milioni di tonnellate annuali del 1980 a circa due milioni di tonnellate a metà anni Novanta – in Asia, Europa orientale e Sud America. Il suo impiego è ancora permesso e diffuso in Stati Uniti e Canada, a lungo tra i maggiori produttori, come testimonia anche il nome della città di Asbestos, in Quebec, che un tempo rispondeva a tre quarti della domanda mondiale. Oggi i maggiori produttori sono invece la Russia – responsabile della metà della produzione mondiale – il Brasile, il Kazakistan e la Cina, che con l’India è anche il maggiore consumatore, seguita da Thailandia, Indonesia, Sri Lanka e dagli stessi Brasile e Russia.   finanziamento rimozione bonifica amianto eternit rifacimento tetto finanziamento rimozione bonifica amianto eternit rifacimento tetto

Eppure i timori che l’asbesto fosse all’origine di gravi patologie erano già presenti a fine Diciannovesimo secolo, mentre il primo studio epidemiologico sulla correlazione tra amianto e tumore ai polmoni risale alla metà degli anni Cinquanta. L’amianto è oggi riconosciuto come agente cancerogeno certo per l’uomo: il pericolo è rappresentato dalle sue fibre, nell’ordine dei centesimi di micron, che si dividono longitudinalmente e penetrano in profondità negli alveoli polmonari, provocando irritazione cronica e cancro. Tra le malattie di cui è causa ci sono l’asbestosi (una fibrosi polmonare), i carcinomi del polmone, il mesotelioma pleurico e del peritoneo, mentre tra i lavoratori a contatto con l’amianto si riscontra anche un aumento degli altri tumori dell’apparato respiratorio e dei linfomi. Queste patologie colpiscono soprattutto i lavoratori che hanno utilizzato amianto o vi sono stati esposti prima dell’entrata in vigore dei divieti e, per esposizione indiretta, anche i loro familiari. Nel complesso, le morti asbesto-correlate in Italia sarebbero state quasi mille l’anno tra il 1988 e il 1997, come evidenziato dal rapporto dell’Istituto Superiore di Sanità La mortalità per tumore maligno della pleura nei Comuni italiani 1988-1997. Ai circa mille decessi annui per mesotelioma pleurico riportati anche tra il 2001 e il 2007 – numero destinato a crescere fino ai 1.200 casi del 2015-2020, come sottolineato dal sottosegretario all’Ambiente Roberto Morassut, ricordando il picco previsto tra il 2025 e il 2030 – bisogna aggiungere i carcinomi polmonari (circa 3mila) e i casi di asbestosi (560 all’anno). Nel complesso, come sottolineato dalla conferenza Sport e scuola, ambiente e sicurezza: via l’amianto del 2019, si tratta di una vera e propria epidemia.   finanziamento rimozione bonifica amianto eternit rifacimento tetto finanziamento rimozione bonifica amianto eternit rifacimento tetto

gettyimages-976800014-scaled

Il “problema amianto” è quindi ben lontano dall’essere risolto: non solo perché queste patologie possono emergere anche dopo decenni dall’esposizione, ma perché in Italia sono circa 370mila le strutture contenenti amianto censite dalle Regioni nel 2018. Secondo l’Osservatorio Nazionale Amianto (Ona), non si tratta (solo) di siti dismessi in via di bonifica, ma anche di 2.400 scuole250 ospedali e 300mila chilometri di tubature. A questi si aggiungono diversi impianti sportivi e mille tra biblioteche ed edifici culturali. Tra questi, fino agli anni Novanta, si trovava anche il Teatro alla Scala, dove la “pattona”, una lamiera di 17 metri per 12 foderata di stoffe in amianto, a ogni movimento rilasciava fibre che si disperdevano in sala e nella buca dell’orchestra; crollò durante una prova di scena nel 1992 e fu rimossa con forbici e flessibili, senza usare misure di protezione. La bonifica è stata realizzata su pressione dei lavoratori, mentre cinque ex dirigenti del teatro sono finiti a processo con l’accusa di omicidio colposo in relazione alle morti di nove lavoratori, tra cui un macchinista, una cantante lirica e un siparista. Negli ultimi anni, però, sul piano penale gli ex manager delle aziende coinvolte sono sempre stati assolti.

Oltre agli incidenti – come il rogo dello stabilimento EcoX di recupero rifiuti di Pomezia nel 2017 – gran parte del problema è l’esposizione dei lavoratori alle fibre; oggi si tratta per lo più di chi è impegnato nelle bonifiche. Le norme tecniche in materia, disciplinate dal DL 22/97, definiscono le diverse opzioni possibili: la rimozione risolve il problema senza bisogno di manutenzione e controlli, ma è molto dispendiosa e ha un alto rischio di contaminazione ambientale; l’incapsulamento, cioè il trattamento per creare un rivestimento compatto, necessita di controlli e manutenzione nel tempo; il confinamento, infine, cioè una sovra copertura o controsoffittatura per proteggere dal rilascio di fibre, non produce rifiuti ma non elimina il problema. Se si producono rifiuti, questi vanno raccolti e depositati separatamente da quelli standard. Quando c’è di mezzo la criminalità, ovviamente, questo non avviene. Nel dicembre scorso, per esempio, le guardie del Wwf Campania hanno trovato nelle campagne del casertano una discarica abusiva con segni di incenerimento, in cui erano ammassati senza precauzioni rifiuti industriali tra cui lastre di eternit, ad alto rischio di inquinamento del terreno e delle falde.

gettyimages-452849816-scaled

Mentre per i rifiuti speciali in Italia il recupero di materia è la forma di gestione predominante, l’amianto per sua natura non è quasi mai avviato a recupero. Anche per questo si pone il problema dello smaltimento dei rifiuti contenenti amianto, che vanno raccolti in sicurezza in apposite discariche, dentro celle ad hoc; gli impianti in Italia attrezzati per questo scopo sono 22. Troppo pochi, come conferma Vincenzo Giovine, vicepresidente del Consiglio nazionale dei geologi. Dopo una crescita dal 2007 al 2010, e un picco nel 2012, dal 2014 il trend della produzione di rifiuti di amianto ha subito un calo, ma non perché in Italia non si trovi più asbesto. Si fanno meno bonifiche perché non ci sono discariche apposite in cui smaltire in sicurezza i rifiuti. Ben 69mila tonnellate di questi, infatti, prendono la strada dell’esportazione, destinati in piccola parte alla Spagna (364 tonnellate) e per il resto alla Germania, che li smaltisce nelle miniere dismesse, ma ha reso noto che presto non ne accetterà più. Il problema è sempre meno procrastinabile: servono impianti di smaltimento per gestire in modo sicuro e sostenibile i rifiuti pericolosi che ancora produciamo. Inoltre, la somma dei rifiuti contenenti amianto gestiti in Italia (circa 263mila tonnellate) e di quelli esportati è superiore alla quantità prodotta (296 mila tonnellate nel 2018), perché ogni anno si sommano quelli accumulati in precedenza o provenienti da altri trattamenti. L’Ona stima la presenza sul territorio nazionale di 40 milioni di tonnellate di materiali contenenti amianto ancora da bonificare e smaltire.

Nella sfida complessiva della gestione dei rifiuti, quella dell’amianto è una delle più impellenti, un problema ambientale troppo a lungo sottovalutato. È positivo che nel 2019 il ministero dell’Ambiente abbia istituito una Commissione di lavoro per riformare la normativa in materia di amianto, con la probabile intenzione di aumentare le pene per chi abbia contribuito a provocare un tumore correlato all’esposizione all’amianto, con la reclusione da tre a sei anni e la multa da 20mila a 50mila euro per chi commercia, estrae o produce amianto o prodotti che lo contengono. Altrettanto urgenti sono anche il sostegno alle vittime – con l’integrazione dell’assegno degli invalidi civili inabili al lavoro, che è di soli 285,66 € – e lo studio di un piano nazionale di smaltimento. Aver impedito l’utilizzo dell’amianto quasi 30 anni fa è stato un passo importante, ma pensare di aver risolto tutti i problemi che porta con sé è un ragionamento ingenuo o in malafede. Come dimostrano i dati, infatti, in Italia di amianto si continua a morire.

Silvia
The Vision
NewCondition 52.00
In Stock
climatizzatore-day climatizzatore-day climatizzatore-day

1 2 3 4 5 6
Create Website with flazio.com | Free and Easy Website Builder